Come diventare madre surrogata di un amico o di un membro della famiglia

Se una donna è una madre surrogata per i suoi parenti o amici, la fase di preparazione psicologica diventa molto più complicata. Tuttavia, le difficoltà sono superabili e la ricompensa per averle superate può essere una grande felicità: per la donna e per la famiglia che grazie a lei è diventata genitore. Per far sì che il viaggio riproduttivo vada a buon fine, prendete nota delle raccomandazioni contenute nel presente articolo.

Madre surrogata per familiari o amici: potrei essere io?

In termini di legge, nella maggior parte dei Paesi in cui la maternità surrogata è consentita, sì, è una pratica legale. Soglia minima di ingresso: età inferiore a 40-45 anni e almeno una gravidanza con nascita di un bambino sano. Nessuna cattiva abitudine – per impostazione predefinita, stato di salute soddisfacente - obbligatorio.

Un ulteriore vantaggio: è conveniente. La futura madre e il futuro padre non devono rivolgersi a un’agenzia per trovare una madre surrogata, riducendo così i costi finanziari. Inoltre, è emotivamente più facile per i genitori accettare il fatto che il loro bambino sia portato in grembo da una persona cara.

Per capire se la vostra amica o parente è all’altezza di affrontare la sfida della maternitàsurrogata per un familiare o un amico, la prima cosa da fare è discutere con franchezza e nel modo più dettagliato possibile tutte le fasi del processo. Le aspettative di coloro che partecipano al viaggio in relazione gli uni agli altri, i criteri di selezione di una clinica riproduttiva, il compenso alla madre surrogata, i limiti personali e le misure del coinvolgimento vostro e dei futuri genitori durante la gravidanza e dopo la nascita del bambino.

In conclusione, è utile visitare la clinica scelta e ottenere un consulto con uno psicologo, per verificare le proprie aspettative e idee sul processo rispetto al modo in cui è organizzato dal centro di riproduzione. Solo gli specialisti della clinica possono determinare in modo affidabile l’idoneità medica e psicologica di una potenziale madre surrogata.

Importante: se discutendo del processo vi rendete conto che la donna non è pronta a fare tale passo, non deve oltrepassare i limiti per il bene dei suoi cari. Non servirà a nulla e rischia di distruggere la vostra relazione. Questo è un caso in cui il vostro rifiuto andrà a vantaggio di tutte le parti.

La Madre surrogata per i propri cari: come diventare?

La partecipazione della madre surrogata al programma è sancita da un contratto tripartito tra la madre surrogata, i genitori previsti e la clinica. Ma questa fase è preceduta da un esame medico e psicologico per confermare la donna per un ruolo così difficile. Se i medici e lo psicologo hanno approvato la vostra candidata al ruolo di madre surrogata, è possibile concludere il contratto con la clinica.

In questa fase, la futura madre surrogata può essere riluttante: perché stipulare un contratto quando tutte le parti coinvolte si fidano l’una dell’altra e hanno concordato tutto? Non importa quanto sia stretto il vostro rapporto, anche se si tratta di portare in grembo un bambino per la vostra sorella gemella, mettetevi d’accordo. Per sapere cosa si sta per fare e su cosa si può contare. Perché le emozioni, i sentimenti e le aspettative possono trasformarsi in molti modi inaspettati. Sia la donna che la famiglia per cui il bambino viene portato in grembo hanno bisogno del senso di sicurezza che un contratto offre.

Naturalmente, una clinica affidabile dispone di avvocati specializzati in diritto riproduttivo che possono redigere un contratto giuridicamente valido, che rispecchi i desideri di tutte le parti. Ma potreste perdere punti importanti a causa di una mancanza di esperienza in passato e di una scarsa comprensione delle cose importanti da sapere. Per questo motivo potete coinvolgere un’agenzia specializzata nell’assistenza alla maternità surrogata nella stipula del contratto. Successivamente, inizia la fase medica.

Programma di FIVET e gestazione

La futura madreinizia la terapia ormonale e si prepara alla puntura del follicolo per ottenere gli ovuli. Se la qualità degli ovociti non consente di utilizzarli in un programma riproduttivo, sarà necessario ricorrere alla donazionedi ovuli.

Importante: la madre surrogata non può offrire i propri ovociti al posto di quelli della donatrice, poiché la relazione tra lei e il bambino non è consentita. Anche se il DNA delle sorelle gemelle è identico, se gli ovuli della madre non sono adatti, verranno prelevati dalla donatrice.

Il futuro padre riceve un trattamento andrologico, in caso di necessità, e si sottopone a un test spermatico. Se i suoi spermatozoi non sono adatti a creare un embrione, sarà necessario il biomateriale di un donatore.

Allo stesso tempo la madre surrogata verrà preparata per il trasferimento degli embrioni e verranno effettuati i preparativi ormonali. Attualmente lo standard della medicina riproduttiva prevede che i medici trasferiscano non più di due embrioni. Se entrambi prendono, darete ai vostri cari dei figli invece di un bambino. Dopo il trasferimento potrete riposare per alcuni giorni.

Se la procedura di fecondazione in vitro ha successo, dopo 10-14 giorni gli esami di laboratorio e l’ecografia confermeranno la gravidanza. Tutte le fasi successive (osservazione, screening, ecc.) non sono diverse dal programma standard di gestione della gravidanza.

Da questo momento in poi, si raccomanda alla gestante e ai futuri genitori di recarsi regolarmente da uno psicologo. Questo aiuterà a liberarsi dalle illusioni e dalle distorsioni cognitive. Aiuterà la madre surrogata a sviluppare una corretta percezione del suo ruolo (non una parente, non una “seconda madre”, ma una persona che porta in grembo il figlio dei propri cari). Per la futura madre, le sessioni aiuteranno a superare eventuali sentimenti di inferiorità o di gelosia e rivalità nei confronti della madre surrogata (questo è particolarmente rilevante se sono sorelle). Per il futuro padre, l’aiuto psicologico protegge dall’inversione di ruolo (percezione della madre surrogata come vera madre)..

Un’altra sottile questione psicologica è il compenso alla madre surrogata. Molto spesso, quando una donna porta in grembo un bambino per i suoi cari, rifiuta categoricamente di accettare un compenso. A prima vista questo sembra contraddire l’idea originaria di un gesto altruistico. In questo modo, però, si trascurano le esperienze dell’altra parte: i genitori del bambino possono provare un senso di colpa, un debito non pagato nei vostri confronti. Questa non è la base migliore per una relazione e crea una situazione in cui i partecipanti, invece di legare e rafforzare la relazione, ricevono reticenza e sensi di colpa.

Una via d’uscita, se la madre si oppone categoricamente ad accettare denaro, è quella di far sì che i genitori felici realizzino i suoi sogni. Che sia un regalo abbastanza sostanzioso, più o meno equivalente all’onorario della madre surrogata, per non far sentire i propri cari truffati. Sarà utile anche per la madre surrogata, perché sperimentare le difficoltà di portare un bambino può farla sentire usata. In generale, a lungo termine, accettare una remunerazione per il proprio lavoro è la scelta giusta.

Cosa deve  aspettare la madre surrogata da un familiare o da un amico?

La risposta più onesta a questa domanda è qualsiasi cosa. Il suo rapporto con i nuovi genitori cambierà inevitabilmente. Il più delle volte, le persone che hanno vissuto queste esperienze riferiscono di aver rafforzato e approfondito il legame emotivo e spirituale con l’altro. Ma ci sono stati anche casi di famiglie in disaccordo: alcune non sono riuscite a superare il loro senso di inferiorità per l’incapacità di avere un figlio da sole; in altri casi gli uomini hanno iniziato a percepire la madre surrogata come la vera madre del loro bambino. Oppure la madre surrogata si è affezionata troppo al bambino e ha cercato di trattenerlo attraverso il tribunale.

Nella maggior parte dei casi, le partecipanti al percorso di maternità surrogata che si sono recate regolarmente da uno psicologo lo hanno concluso in modo positivo.

I problemi più comuni affrontati dalla madre surrogata e dai futuri genitori sono:

  • Rivalità intra familiare se il bambino viene portato in grembo per i parenti. Gelosia nei confronti del figlio o del partner, senso di colpa o di inferiorità.
  • Violazione dei limiti personali. I futuri genitori sono molto preoccupati per il nascituro e cercano di controllare ogni mossa della madre surrogata.

Tutti questi problemi sono superabili. La chiave per superarli è la comunicazione fiduciosa e l’aiuto psicologico professionale. Cercate di esprimere le vostre preoccupazioni e lamentele senza precipitare in risentimenti e recriminazioni. Ogni persona troverà utile tenere un diario di autocontrollo: registrare sentimenti e pensieri sugli altri e su se stessi. Tutti questi aspetti possono e devono essere discussi nelle sessioni psicosociali. Quando i partecipanti si percepiscono come una squadra e vedono un obiettivo comune, è quasi certo che la cooperazione porterà felicità a tutti.

Maternità surrogata per familiari e amici: l’esperienza di Feskov HRG

Molte persone si sono rivolte a noi con tale richiesta. In alcuni casi, la donna era cittadina del suo Paese d’origine, il che ha reso molto più semplice il processo di legalizzazione del neonato. In altri casi, c’erano ragioni psicologiche: volevano affidare la nascita del loro bambino a una persona vicina.

Molti futuri genitori hanno richiesto il nostro servizio speciale, la “Human Genomics”, per garantire che il loro bambino abbia una genetica perfetta e lo protegga da oltre 500 malattie ereditarie. Offriamo anche legalmente un servizio di selezione del sesso, per la gioia di coloro che hanno sempre sognato di avere una figlia o un figlio.

Riteniamo necessario ribadire i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo della madre surrogata nel programma.

I vantaggi:

  • Nessuna lista d’attesa: è possibile iniziare il programma non appena si stipula il contratto;
  • Costi ridotti: non ci sono spese che paghiamo alle nostre madri surrogate;
  • Legalizzazione semplificata del bambino se la madre surrogata è cittadina del vostro paese.

Gli svantaggi:

  • Mancanza di supervisione della madre surrogata: rispettare il suo programma di visite e/o controlli, altri aspetti – la vostra area di responsabilità;
  • La legalizzazione del bambino e le questioni relative ai diritti parentali che dovrete risolvere con la madre surrogata.
  • Nel caso se la madre surrogata rifiuta di completare il programma, il costo dei nostri servizi non può essere rimborsato. Per questo motivo è importante richiedere una consulenza preventiva ai nostri rappresentanti legali: la loro guida contribuirà a ridurre notevolmente la probabilità di un tale esito.

E se i futuri genitori sono sicuri della loro decisione, ci assicureremo che il loro percorso riproduttivo sia il più confortevole possibile e, soprattutto, efficace. A loro disposizione ci sono rappresentanti legali professionisti della riproduzione, uno psicologo esperto che li seguirà durante tutto il programma, consulente personale per affrontare le questioni correnti e tutta la potenza della moderna tecnologia riproduttiva.

Il servizio predefinito è la DGP e la scelta dell’embrione migliore, la possibilità di utilizzare i propri ovuli e la garanzia di un bambino sano. Se la FIVET non porta a una gravidanza o se questa viene interrotta, la ripetizione dei cicli è a nostro carico.

Importante: selezionare il pacchetto VIP ci si assicura contro le situazioni in cui la propria madre surrogata si rifiuta di completare il programma. I futuri genitori potranno continuare a selezionare una donna dalla nostraampia banca dati.

Accogliamo con piacere il desiderio di affidare il compito più importante della vostra vita a una persona cara. L’unico criterio è l’idoneità al ruolo in termini di benessere medico e psicologico. Quindi, se state pensando di assumere una madre surrogata per la vostra famiglia o per i vostri amici, richiedete un consulto con i nostrispecialisti sul sito e prenotate una consulenza!


Tags:

madre surrogata legge maternità surrogata


Raccomandato
Popolare

Related



Tutti i tag

maternità surrogata agenzia clinica per la fertilità Ucraina legge fertilità infertilità salute di bambini donatrice di ovuli donazione di ovuli donatrice di ovociti madre surrogata nascita del bambino maternità surrogata VIP la storia della maternità surrogata Biotex Biotexcom falsa maternità surrogata truffa di maternità surrogata Italia prezzo di maternità surrogata Stati Uniti Europa servizi di maternità surrogata medico specialist in medicina della riproduzione HIV FIVET AIUTO Russia bambino in buona salute donatori ucraini fecondazione in vitro notizia uomo single DGP diagnosi di infertilità Repubblica Ceca Georgia costo di maternità surrogata celebrità gemelli contraccezione evento congelazione sociale Regno Unito maternità surrogata privata Israele Berlino Kinderwunsch Tage Francia conferenza Parigi Canada costo del la donatrice di ovuli Australia COVID Belgio Olanda Portogallo Austria Grecia Spagna Irlanda Germania Finlandia Norvegia Scozia Gran Bretagna rappresentanza Londra Bruxelles trasferimento mitocondriale maternità surrogata per le persone single garanzia FIVET sesso del bambino donazione di sperma adozione di embrioni incontro surrogato servizi riproduttivi congelamento degli ovuli IUI assicurazione atto di nascita Fertility Show a sindrome dell'ovaio policistico Lupus trasferimento degli embrioni sulla fibrosi ICSI PICSI IMSI Guerra criobanca guerra Ucrania

Raccomandato:
Contattaci
Contattaci
subscribe to our newsletter
Contatteremo