Donazione di ovuli: Procedura, criteri di donazione e implicazioni legali

Cos’è la donazione di ovociti?

La procedura con cui una donna sana dà i suoi ovuli ad un’altra per aiutarla a concepire un bambino si chiama donazione. Il processo fa parte delle tecnologie riproduttive assistite. I destinatari degli ovociti possono essere i genitori previsti o una madre surrogata che porta il bambino nel grembo per conto della coppia.

Il processo prevede il prelievo di ovuli da una donatrice, la loro fecondazione durante la FIVET e il trasferimento dell’embrione risultante nell’utero della futura madre  o surrogata. Gli ovuli in eccesso e gli embrioni possono essere crioconservati per procedure successive o per trasferire materiale genetico ad altre coppie.

La donazione beneficia le donne che non sono in grado di donare i propri ovociti per varie ragioni, tra cui insufficienza ovarica, anomalie genetiche o età avanzata. Secondo gli studi, l’uso della donazione porta a gravidanze e nascite di successo in quasi la metà dei casi.

Il processo dura di solito 2 - 6 mesi, a seconda del protocollo di FIVET. Una media di 5 - 25 ovociti vengono recuperate per ciclo. Allo stesso tempo, la donna riceve una ricompensa finanziaria per il materiale genetico donato. L’importo della tassa dipende dal paese, dalla clinica e da altri fattori.

Fasi della procedura

Per sincronizzare i cicli mestruali della donatrice e della ricevente e per stimolare la produzione di più ovociti, alla donna vengono somministrati vari farmaci iniettabili. Una volta che gli ovociti sono maturi, il medico li estrarrà attraverso una puntura transvaginale sotto controllo ecografico. Le cellule germinali estratte vengono inviate al laboratorio di embriologia.

Vediamo ora i passi del processo in modo più dettagliato:

  1. Richiesta di partecipazione. Per donare gli ovociti, le candidate devono soddisfare i criteri indicati, tra cui l’età di 21-35 anni, la salute fisica e mentale, e avere almeno un figlio proprio sano. Un’esperienza di successo nella donazione di ovuli sarà un vantaggio.
  2. Screening. I programmi di donazione seri, come quelli del Feskov Human Reproductive Group, prevedono uno screening rigoroso dei candidati per escludere anomalie ereditarie e prevenire altre complicazioni. Questi di solito includono esami da parte di un ginecologo e specialisti correlati, test, una storia familiare di malattie e una valutazione psicologica.
  3. Riconciliazione. Se tutti gli indicatori sono nella norma, la donatrice viene inclusa nella banca dati e inizia il processo di ricerca dei destinatari.
  4. Farmaci da assumere. Dopo un test ormonale, gli ormoni sono selezionati individualmente per il donatore sotto forma di iniezioni somministrate durante le prime due settimane del ciclo (o più a lungo, a seconda del protocollo FIVET). Tali stimolano le ovaie a produrre più di 1-2 ovuli.
  5. Estrazione di cellule germinali. Dopo la maturazione, il medico esegue un’iniezione di hCG. Ed entro un giorno, gli ovociti vengono estratti dai follicoli utilizzando un ago di aspirazione che aspira gli ovociti. La manipolazione viene fatta in anestesia locale per circa 30 minuti. La donna può sentire solo un leggero sconforto. 
  6. Periodo di recupero. Immediatamente dopo l’estrazione del materiale genetico, la donna è in grado di tornare a casa; non è necessaria alcuna permanenza in clinica. Tuttavia, si consiglia di rimanere a casa e riposare il giorno successivo.

Di conseguenza, gli ovociti possono essere crioconservati o fecondati con liquido seminale del padre previsto per creare embrioni. Che dopo 3-5 giorni di coltivazione si impiantano nell'utero della futura madre o surrogata. 

Come dovrebbe essere una donatrice di ovuli?

Affinché una clinica autorevole approvi una donatrice per programmi garantiti vale a dire programmi con la partecipazione di una madre surrogata come al Feskov Human Reproductive Group, la donna deve soddisfare determinati criteri:

  • Età compresa tra i 21 e i 35 anni;
  • Salute fisica;
  • Stabilità psicologica;
  • Assenza di infezioni come malattie sessualmente trasmissibili, HIV, epatite e altre;
  • Nessuna storia familiare di malattie genetiche come la fibrosi cistica ecc;
  • È auspicabile avere i propri figli sani.

In età specificata sopra la qualità dei ovociti è più alta e si producono più ovuli. Inoltre, le donne giovani rispondono meglio ai farmaci ormonali e tollerano più facilmente tutte le procedure. 

Il processo di screening può includere:

  • Richiesta;
  • Coloquio;
  • Visite fisiche;
  • Esami del sangue;
  • Esami ad ultrasuoni degli organi riproduttivi;
  • Test antidroga e precursori;
  • Anamnesi medica e psicologica;
  • Screening delle malattie infettive;
  • Screening per le malattie genetiche, ecc.

È tutto necessario per garantire la salute fisica e mentale di tutti i bambini nati. E anche per garantire che la donatrice prenda una decisione adeguata, equilibrata e informata di donare il proprio materiale genetico.

E i rischi e le complicazioni?

La donazione è una procedura ragionevolmente sicura e a basso rischio, con un attento monitoraggio da parte del personale medico. E non ci sono conseguenze a lungo termine sulla salute.

Tuttavia, esiste ancora una certa percentuale di rischi a breve termine che dovrebbero essere presi in considerazione:

  • Gravidanza non pianificata. Se si ha rapporti non protetti durante il ciclo (senza profilattico), c’è la possibilità di rimanere incinta. Poiché i farmaci assunti migliorano la fertilità della donatrice e aumentano le possibilità di concepimento;
  • Aumento di peso. Durante il trattamento con ormoni che stimolano la super ovulazione, può verificarsi un aumento temporaneo di peso (3-5 libbre). Questo è più spesso dovuto alla ritenzione di liquidi nel corpo e diminuisce dopo la sospensione del farmaco;
  • Effetti collaterali del farmaco: mal di testa, sbalzi d’umore, gonfiore, stanchezza;
  • Sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS). Si tratta di una complicazione molto rara con fasi lievi, moderate e gravi, che si sviluppa nei giorni 3 - 9 dopo l’iniezione di trigger. Sintomi: dolori addominali e ovarici, nausea, mal di stomaco;
  • Torsione ovarica, che è ancora più rara della OHSS. Quando le ovaie si gonfiano, cominciano a torcersi. Ciò provoca un forte dolore. La chirurgia è quindi necessaria per trattare questa rara complicazione;
  • Infezione infettiva dopo la puntura. Si verifica raramente e viene trattata con antibiotici preventivi.

Sanguinamento dall'ago, danni all'intestino, alla vescica o ai vasi sanguigni sono molto rari. La OHSS grave è caratterizzata da: difficoltà di respirazione, rapido aumento di peso, dolore addominale e vomito. In questi casi, è necessario chiamare immediatamente i soccorsi.

Dopo un prelievo di ovuli, la donna può risentire:

  • Gonfiore dell’addome;
  • Lieve indolenzimento;
  • Crampi;
  • Sanguinamento di lieve entità.

La buona notizia è che tali sintomi vanno via da soli il giorno dopo. Se la febbre o emorragia persistono, e necessario rivolgersi al medico.

Preparazione alla donazione – raccomandazioni

La preparazione per la donazione è simile alla preparazione del organismo per l’inseminazione artificiale. Condurre uno stile di vita sano è una raccomandazione chiave per le candidate donatrici e per tutte le donne, indipendentemente dall’età.

Le cliniche di salute riproduttiva come il Feskov Human Reproductive Group consigliano di fare quanto segue entro 3 mesi per garantire che gli ovuli siano maturati in quantità sufficiente e della migliore qualità:

  • Rispettare una dieta equilibrata ricca di frutta fresca, verdura, proteine, cereali integrali, ecc. Consumare liquidi a sufficienza, eccetto le bevande contenenti caffeina, zuccherate e gassate;
  • Esercitate il vostro corpo regolarmente con un’attività fisica moderata. Possono essere camminate, nuoto o yoga. È anche possibile chiedere agli specialisti di raccomandare esercizi speciali per la futura procedura di prelievo degli ovociti;
  • Evitare l’alcol, le droghe e il fumo.

Inoltre, non è irragionevole creare un ambito di sostegno. La donazione di ovociti può essere un'esperienza difficile sia fisicamente che emotivamente. Pertanto, la presenza di amici stretti o membri della famiglia è molto importante. E questo include non solo il supporto psicologico ma anche quello materiale. Per esempio, per fornire il trasporto da e per la clinica, per aiutare in casa dopo la manipolazione o per fare qualsiasi altra attività necessaria.

Soprattutto, però, non bisogna avere paura di porre le domande. Secondo recenti sondaggi, più della metà delle donne non sa quasi nulla delle complicazioni e dei rischi. La clinica e i medici sono obbligati a fornire informazioni complete, consigli e risorse per comprendere meglio il processo e ridurre il rischio di complicazioni. 

Il contesto legale della donazione

La donazione di ovuli è regolata dalla legge (federale negli USA). La procedura può essere anonima o trasparente. È legale ricevere un compenso per gli ovociti donati.

Le cliniche riproduttive richiedono alla donatrice di firmare un contratto che non garantisce alcun diritto o obbligo legale rispetto agli embrioni ricevuti o ai bambini nati. Anche se la donna che ha ricevuto l’ovocita non sarà geneticamente legata al bambino, sarà indicata in tutti i documenti come madre biologica. 

Esistono diversi programmi di donazione di ovuli in cui:

  • L’identità della donatrice non viene rivelata;
  • I destinatari ricevono tutte le informazioni sulla donatrice senza essere identificati e senza la possibilità di un incontro;
  • È possibile incontrare e comunicare con la donatrice tramite collegamento video;
  • I destinatari sono autorizzati a contattare la donatrice una volta raggiunta la maggiore età (USA, Canada). Ciò che non è praticato in Ucraina;
  • La donatrice può avere già una relazione con i destinatari, nel caso siano amici o parenti stretti.

Pertanto, al fine di garantire la protezione legale per tutte le parti, il contratto dovrebbe includere i seguenti punti:

  • Assenza di responsabilità genitoriale della donatrice;
  • Possibilità di contatto con i futuri figli;
  • Anonimato o trasparenza;
  • Scambio di informazioni mediche tra la donatrice e i futuri genitori;
  • Condizioni e data del prelievo degli ovociti;
  • Importo e data della remunerazione finanziaria;
  • Compenso dei costi associati alla donatrice (assicurazione, complicazioni, trasferimento, ecc.)

In questo modo, una volta stipulato il contratto, tutte le parti saranno legalmente protette e avranno una chiara comprensione dei loro diritti e obblighi.

Il Feskov Human Reproductive Group possiede la propria banca dati di donatrici verificate. Perciò una varietà di programmi riproduttivi con donazione sarà sempre efficace e sicura e, soprattutto, garantirà la felicità della genitorialità!


Tags:

donazione di ovuli donatrice di ovuli donatrice di ovociti


Raccomandato
Popolare

Related



Tutti i tag

maternità surrogata agenzia clinica per la fertilità Ucraina legge fertilità infertilità salute di bambini donatrice di ovuli donazione di ovuli donatrice di ovociti madre surrogata nascita del bambino maternità surrogata VIP la storia della maternità surrogata Biotex Biotexcom falsa maternità surrogata truffa di maternità surrogata Italia prezzo di maternità surrogata Stati Uniti Europa servizi di maternità surrogata medico specialist in medicina della riproduzione HIV FIVET AIUTO Russia bambino in buona salute donatori ucraini fecondazione in vitro notizia uomo single DGP diagnosi di infertilità Repubblica Ceca Georgia costo di maternità surrogata celebrità gemelli contraccezione evento congelazione sociale Regno Unito maternità surrogata privata Israele Berlino Kinderwunsch Tage Francia conferenza Parigi Canada costo del la donatrice di ovuli Australia COVID Belgio Olanda Portogallo Austria Grecia Spagna Irlanda Germania Finlandia Norvegia Scozia Gran Bretagna rappresentanza Londra Bruxelles trasferimento mitocondriale maternità surrogata per le persone single garanzia FIVET sesso del bambino donazione di sperma adozione di embrioni incontro surrogato servizi riproduttivi congelamento degli ovuli IUI assicurazione atto di nascita Fertility Show a sindrome dell'ovaio policistico Lupus trasferimento degli embrioni sulla fibrosi ICSI PICSI IMSI Guerra criobanca guerra Ucrania
Contattaci
Contattaci
subscribe to our newsletter
Contatteremo